Porto di Corigliano: l'opposizione chiede il ritiro delle deleghe al vicesindaco Malavolta

Aggiornato il: 22 dic 2019

L'intervento di Gino Promenzio del gruppo Civico e popolare


Gino Promenzio

CORIGLIANO ROSSANO – 21 dic. 19 - «Ringraziamo pubblicamente, con lo spirito dell’opposizione costruttiva a cui teniamo fede, il sindaco Stasi per aver finalmente portato all’attenzione del Comitato Portuale di Gioia Tauro le istanze più complete riguardanti il futuro del nostro Porto e quelle della Zes, occasione di sviluppo per tutto il territorio che rischia concretamente di sfumare». L'opposizione interviene sulla questione del porto. È Luigi Promenzio capogruppo in consiglio comunale di Civico e Popolare a chiedere il ritiro delle deleghe all'assessore e vicesindaco Malavolta. «La soddisfazione più piena di Civico e Popolare – scrive Promenzio - è per il fatto che Stasi ha fatto sue le problematiche e le soluzioni che Civico e Popolare ha più volte prospettato nel Programma Elettorale, in Consiglio Comunale attraverso gli interventi del capogruppo Luigi Promenzio e alla Cittadinanza, frutto di lunghe analisi ed elaborazioni. Ringraziamo sinceramente Stasi anche per averlo fatto personalmente, da sindaco, e non delegando a mezze figure politiche, evitando alla Città un deficit di autorevolezza che avrebbe rappresentato l’ennesima ferita insanabile. A questo punto, esautorato politicamente di fatto l’assessore al porto e Zes Malavolta, che “svolge” tale funzione con il denaro pubblico previsto per questa carica, ci aspettiamo – conclude Promenzio - che dette deleghe gli vengano anche formalmente ritirate, alla luce, inoltre, della totale evanescenza del suo operato amministrativo a partire dall’ormai lontano insediamento della giunta Stasi».

15 visualizzazioni