top of page

Paola, la prefettura dà il via al progetto di videosorveglianza

Via libera anche per i comuni di Cosenza e San Giovanni in Fiore



PAOLA – 18 mar. 23 - Il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto Vittoria Ciaramella, ha approvato, ieri, altri progetti per impianti di videosorveglianza. Fra i tre comuni presi in esame, c'è anche quello di Paola. Insieme a Cosenza e San Giovanni in Fiore, il comune di Paola è stato individuato dal ministero dell’Interno, nell’ambito del programma operativo complementare quali possibile beneficiario di finanziamenti per la realizzazione del progetto. “Dopo la verifica da parte dell’organo specialistico della Polizia di Stato della compatibilità tecnica delle progettazioni presentate – si legge in una nota - in sede di comitato ne sono state collegialmente valutate le ricadute in termini di sicurezza urbana, apprezzandone l’efficacia. Ne è seguita, pertanto, l’approvazione per il definitivo inoltro alla segreteria tecnica del ministero dell’Interno, nella consapevolezza che l’implementazione ed il potenziamento degli impianti già esistenti e la creazione di nuovi sistemi daranno sicuro impulso e valido ausilio all’attività investigativa ma anche a quella di prevenzione”.



A fine dicembre scorso, l'amministrazione comunale di Paola, con il sindaco Politano, aveva approvato un progetto sull’installazione di un sistema di videosorveglianza per la messa in sicurezza del territorio comunale. “La sicurezza – si leggeva in una nota - è tra i punti cardini del nostro programma di Governo. Per noi, parlano i fatti, gli atti nero su bianco; il sistema di videosorveglianza giustamente invocato da tanti, era stato previsto prima dello spiacevole fatto accaduto alla casa natale di San Francesco. Emerge quindi la ferma volontà politica di questa maggioranza di garantire ed implementare la sicurezza”. Come si ricorderà, ignoti, nel periodo natalizio avevano fatto scoppiare dei petardi che avevano danneggiato la casa natale del Santo ed avevano dato lo spunto per aprire un dibattito proprio sul tema. “Il sistema di videosorveglianza è finalizzato a garantire maggiore sicurezza ai cittadini – spiegava l'amministrazione comunale - a tutelare il patrimonio artistico e naturalistico, a controllare determinate aree in relazione alla viabilità, a controllare siti sensibili quali il municipio, gli uffici postali, gli edifici scolastici, i parchi giochi per bambini, gli impianti sportivi oltre alle piazze principali. Inoltre – spiegavano - saremo in prima linea per attivare una cabina di regia con la polizia municipale e le forze dell’ordine e lo faremo meticolosamente ed in silenzio”.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page