Maierà, servizi di igiene ambientale: il Tar dà ragione al comune

Aggiornato il: apr 30

Respinto il ricorso della società Mia Srl a favore della Ecoross


MAIERA' – 29 apr. 21 - Servizi di igiene ambientale il Consiglio di Stato respinge il ricorso della società “Mia” Srl e condanna l'appellante anche a rifondere alle controparti, il Comune di Maierà e la Ecoross, le spese per diecimila euro. La società “Mia” Multiservizi igiene ambientale aveva presentato ricorso contro il Comune di Maierà, e nei confronti dell’Impresa Ecoross ed anche contro la centrale unica di committenza, non costituita in giudizio. Si chiedeva l'annullamento della sentenza del Tar, che aveva respinto il ricorso per affidare per la durata di due anni l’appalto dei servizi integrati di igiene ambientale e connessi nel territorio di Maierà. L’appalto è stato aggiudicato inizialmente alla Mia Srl. Il bando del comune di Maierà risale al 1 giugno 2019, per affidare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa l’appalto. Il 1 agosto 2019, la commissione di gara ha proposto l’aggiudicazione a favore della Mia, in quanto prima classificata. “Il Comune tuttavia, dopo aver dato comunicazione di avvio del procedimento con nota 28 agosto 2019, decideva, con determinazione del 4 gennaio 2020, di non aggiudicare il contratto alla ricorrente appellante e di aggiudicarlo invece alla controinteressata appellata a causa del “perdurante disservizio – si legge - nei confronti di questo Comune, anche durante il periodo di proroga, mancato raggiungimento della percentuale di raccolta differenziata per gli anni 2017-2018”.



184 visualizzazioni0 commenti