• miocomune.tv

Licenza sospesa se non in regola con i tributi, a Praia A Mare

Interrogazione del consigliere d'opposizione Antonino De Lorenzo


Antonino De Lorenzo

PRAIA A MARE – 23 gen. 20 - I commercianti, non in regola con il pagamento dei tributi, rischiano la sospensione della licenza. E' la linea dura adottata dall'amministrazione comunale di Praia a Mare. Su tale situazione, l'ex assessore Antonino De Lorenzo, ha presentato un'interrogazione. “Da qualche giorno – scrive De Lorenzo - la Polizia locale di Praia a Mare sta notificando, a diverse decine di commercianti e imprenditori praiesi, la comunicazione di avvio del procedimento di sospensione dell’autorizzazione per l’esercizio di attività commerciale. In parole povere il comune intima il pagamento di tributi arretrati e, se ciò non dovesse accadere entro 30 giorni dalla notifica, verrà sospesa la licenza del relativo esercizio commerciale”. Una misura per contrastare l’evasione dei tributi comunali. Il regolamento approvato il 29 luglio dello scorso anno prevede tale iniziativa. Il consigliere Antonino De Lorenzo, interessato da decine di commercianti che hanno ricevuto la notifica dell’avvio del procedimento di sospensione della licenza, ha già presentato un'interrogazione al sindaco e all’assessore al Commercio, chiedendo di riaprire i termini, scaduti il 31 dicembre scorso, per la concessione di rateizzazione dei debiti tributari ed extra tributari regolamentata dalla delibera del 18 marzo 2019. Erano previsti dei piani di rientro agevolati grazie ad un numero di rate mensili di gran lunga superiori a quelle previste dal regolamento comunale sui tributi locali. C'era anche la possibilità, entro determinate soglie, di non prestare garanzie come ad esempio la polizza fideiussoria, il versamento dell’anticipo del 20% e, nel caso di attività stagionali o in altri casi, di pianificare il rientro con rate diversificate, consentendo, fermo restante l’importo totale annuo pattuito nel piano di rientro, di pagare di più in alcuni mesi (per esempio quelli estivi) e di meno nei rimanenti. Una misura che ha dato la possibilità ad alcune imprese, nel corso del 2019, di mettersi al pari con i tributi comunali superando le difficoltà. De Lorenzo, all’epoca in maggioranza, aveva votato favorevolmente a tale misura. Ora, è necessario, secondo De Lorenzo, riaprire i termini previsti dal regolamento “per mettere in condizione tutti i destinatari delle notifiche di potersi mettere in pari con le pendenze comunali e non rischiare di perdere l’unica fonte di reddito ovvero la licenza dell’attività commerciale che, tra l’altro, può consentire il pagamento delle rate. Un diniego a tale richiesta sarebbe un preciso atto di non attenzione nei confronti di tutto il mondo imprenditoriale locale atteso che, considerata l’enorme pressione fiscale sulle imprese in generale, qualsiasi operatore potrebbe trovarsi in uno stato di crisi momentanea. Inoltre non riaprire i termini relativi al regolamento di concessione agevolata delle dilazioni potrebbe far pensare che si è atteso volutamente che passasse il 31 dicembre per azionare un regolamento che era già in vigore da oltre 5 mesi. Una richiesta – prosegue De Lorenzo - che potrebbe essere accolta con grande semplicità, infatti basterebbe un passaggio in consiglio comunale, per riaprire i termini anche solo fino al 01/06/2020. Il mondo imprenditoriale, continua l’ex assessore, sia a livello nazionale e, in particolare a livello locale, sta attraversando un periodo di grande difficoltà, in economie fragili come le nostre anche poche migliaia di euro risultano essere un problema, per contro il pagamento dei tributi comunali è assolutamente necessario per consentire all’Ente di erogare i servizi primari necessari in un paese civile. Sicuramente, considerate anche le diverse decine di posizioni debitorie presenti nel territorio comunale e considerato che anche le imprese private, a loro volta, danno posti di lavoro, è necessario un ripensamento di quelle che sono le tariffe e, conseguentemente delle spese dell’Ente, in modo tale che situazioni del genere inizino ad essere sempre di meno in una nuova ottica che consideri un abbassamento dei tributi quale leva di crescita per tutti”.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)