La Fp Cgil si batte per la riqualificazione trasparente del personale nella sanità

Da Corigliano Rossano, Casciaro e Gagliardi: Oss inquadrati in categorie inferiori


CORIGLIANO ROSSANO – 19 ago. 19 – Dalla città di Corigliano Rossano parte l'iniziativa della Fp Cgil per la trasparenza nella riqualificazione del personale nel settore della sanità. Vincenzo Casciaro, segretario generale Fp Cgil, del comprensorio di Castrovillari, e Teodora Gagliardi, segretaria generale Fp Cgil di Cosenza, sollecitano ancora una volta l’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza: “ a dare immediato corso alle riqualificazioni degli ausiliari”; ma sollecita anche la stessa azienda per “un immediato incontro, affinché siano affrontati e definiti i criteri per le riqualificazioni di altro Personale dell’Ente, tenendo conto delle capacità, dei titoli, dei requisiti e degli impegni profusi.

Solo così non ci potranno essere sospetti di poca trasparenza. Pertanto, la Fp Cgil dei comprensori di Castrovillari e Cosenza, hanno inoltrato all’Asp di Cosenza una nota in tale direzione. Ci attendiamo ora una urgente convocazione, perché le legittime aspettative dei lavoratori non possono più essere disattese”. Il riferimento dei sindacalisti è all'adozione da parte dell'Azienda sanitaria provinciale di una delibera di riqualificazione del personale, che non convince fino in fondo. Casciaro e Gagliardi, a nome del sindacato, da tempo stanno sollecitando l’Asp a riqualificare gli ausiliari che, avendo acquisito il titolo di Oss, sono inquadrati in una categoria inferiore a quella esercitata. “È, questo – scrivono Vincenzo Casciaro e Teodora Gagliardi - un atto di giustizia che va reso ai lavoratori, a parziale ristoro del loro quotidiano impegno.

Allo stesso modo, è necessario procedere a riqualificare tutto il personale, che svolge mansioni superiori a quelle d’inquadramento attuale, o che ha i titoli per farlo. Ciò è utile a tutti. Serve ai lavoratori, per lo sviluppo della propria carriera lavorativa, ma anche all’Azienda, che così potrà evitare azioni legali ed esborsi anche consistenti.Riteniamo però che la riqualificazione vada fatta in modo equo e trasparente, salvaguardando le giuste professionalità. Da anni, ormai, l’Azienda utilizza i lavoratori nelle mansioni tipiche degli O.S.S., ma li retribuisce da ausiliari. Per inciso, la FP CGIL è in procinto di promuovere un’azione giudiziaria collettiva, al fine di veder riconosciuti per tali lavoratori i diritti retributivi per le mansioni superiori. Stupisce però che tale delibera venga adottata, solo ventiquattr’ore prima delle dimissioni da Reggente di Sergio Diego, dal quale ci saremmo aspettati il recupero delle risorse provenienti dalla sentenza emessa dal Giudice del Lavoro di Cosenza, su causa proposta dalla FP CGIL, per effetto della quale ai Lavoratori vanno restituite risorse per circa 3 milioni di euro; così come ci saremmo aspettati altresì l’assegnazione di una progressione economica per gli aventi diritto”.

16 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)