• miocomune.tv

Il 4 novembre: celebrazioni nei vari centri della Calabria

A Cosenza il Prefetto Galeone ha dato lettura del messaggio del Presidente della Repubblica


Il 4 novembre a Cosenza

COSENZA - 5 nov. 19 - COSENZA – 5 nov. 19 - Una manifestazione particolarmente emozionante ed intensa ha caratterizzato la celebrazione della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate a Cosenza, che ha avuto inizio nelle prime ore del mattino. Alle ore 10,30 nella medesima Piazza si è svolta la tradizionale cerimonia con lo schieramento dei reparti, l'alza bandiera e la deposizione della corona d'alloro al monumento ai caduti.

Il Prefetto Galeone, alla presenza delle alte autorità civili, militari e religiose, ha dato lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ed a conclusione del proprio intervento ha, tra l’altro, auspicato che “la pace possa nascere soprattutto dai nostri comportamenti quotidiani che, solo se improntati al rispetto delle regole, potranno costituire garanzia di pacifica e civile convivenza”.


Castrovillari, il sindaco Lo Polito

CASTROVILLARI - “Per sentirci sempre più protagonisti della tutela della nostra Terra, della nostra identità e di quell’appartenenza che sostanzia il senso di Patria”. Il messaggio della manifestazione che “è – hanno fatto presente in sintesi , tra l’altro, il Sindaco, Domenico Lo Polito, nel suo saluto a conclusione della giornata, come don Gianni Di Luca nell’omelia dedicata - la necessità indefinibile quanto sentita, in un mondo difficile, di affermare continuamente il ruolo della pace e della libertà per lo sviluppo di ciascuna popolazione, Cuore di ogni crescita, indivisibile dalla dignità e rispetto della persona contro ogni intolleranza e vessazione per cui le nostre Forze Armate sono riconosciute a ogni latitudine con il loro operato.”


Corigliano Rossano, il sindaco Stasi

CORIGLIANO-ROSSANO – Alla presenza di tutte le forze dell'ordine, di diverse associazioni e di una importante presenza di alunni delle comunità scolastiche cittadine, il Sindaco Flavio Stasi ha celebrato ieri (lunedì 4 novembre) la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate nei due centri storici di Corigliano-Rossano, dove si sono tenuti i rispettivi cortei ed è stata deposta la tradizione corona d'alloro al Monumento ai Caduti.  A Corigliano la Santa Messa è stata celebrata da Padre Giovanni Tolaro, a Rossano da Don Franco Romano


Cariati, la cerimonia

CARIATI – Un lungo corteo da via XX Settembre, corridoio d’ingresso della cittadella medievale, al Monumento ai Caduti, in zona Pilè, ha celebrato il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata Nazionale delle Forze Armate.

Ieri mattina (lunedì 4 novembre) il vicesindaco Ines Scalioti, ha rinnovato il rituale della deposizione della corona commemorativa. Alla presenza degli assessori Paola Apa e Segio Salvati, alla cerimonia hanno partecipato alunni e docenti delle scuole cittadine, rappresentanti delle forze dell’ordine e mondo dell’associazionismo. La benedizione è stata officiata da Don Gino Esposito che ha concelebrato il momento con Don George e Don  Rocco Scorpiniti.


Terranova da Sibari

TERRANOVA DA SIBARI – 4 Novembre, anche la comunità di Terranova da Sibari ha celebrato con partecipazione il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata Nazionale delle Forze Armate. Dopo la celebrazione della Santa Messa nella Chiesa del Purgatorio il Sindaco Luigi Lirangi ha deposto la tradizionale Corona di alloro ai piedi del Monumento ai Caduti. Alla cerimonia era presenta anche il vicesindaco Massimiliano Smiriglia. La Sala Convegni a Palazzo De Rosis ha ospitato, infine, la serie di interventi istituzionali che hanno condiviso con le comunità scolastiche il valore fondante della Memoria storica per il presente e per il futuro.


Caloveto

CALOVETO - Non chiedete cosa può fare il vostro Paese per voi, chiedete cosa potete fare voi per il vostro Paese. Ad esortare la comunità a fare proprio il monito del Presidente Kennedy (pronunciato nel suo famoso discorso di insediamento nel 1961) è stato ieri il Sindaco Umberto Mazza, rivolgendosi ai numerosi partecipanti, soprattutto giovani, alla Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. All'evento, che a causa lavori di riqualificazione in corso nella piazza in cui insiste il Monumento ai Caduti, si è tenuto nella palestra comunale di via S.Antonio hanno partecipato numerosi alunni delle scuole cittadine. Dopo la messa celebrata da Don Massimo Alato, il Primo Cittadino ha deposto la tradizionale corona d'alloro ai piedi di gigantografia del Monumento ai Caduti, fatta realizzare ad hoc dall'Amministrazione Comunale.


Caserme aperte

COSENZA “CASERME APERTE” - In occasione delle celebrazioni della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, nell’ambito dell’iniziative proposte dal Ministero della Difesa, il Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza ha aperto le porte delle sue caserme al pubblico. In particolare, nella prestigiosa Caserma “Paolo Grippo”, sede della Compagnia Carabinieri di Cosenza, si è registrato un grande afflusso di visitatori, fra i quali anche gli alunni delle scolaresche del capoluogo bruzio che hanno partecipato con grandissimo entusiasmo ed interesse all’incontro con i Carabinieri. Nella circostanza gli studenti hanno potuto ammirare la mostra fotografica “1948-2018. I Carabinieri negli anni della Costituzione”, le cui immagini sono state tratte dall’omonimo volume pubblicato lo scorso anno dall’Ente Editoriale dell’Arma dei Carabinieri, in collaborazione con l’agenzia di stampa Ansa.

La visita è poi proseguita con l’illustrazione, da parte del personale specializzato, dei mezzi e delle dotazioni individuali dell’Arma dei Carabinieri messi a disposizione per l’occorrenza, tra cui l’autovettura Toyota Yaris Hybrid, ultimo arrivo nel parco veicoli, equipaggiata con tecnologia Full Hybrid Electric, che consente di viaggiare per oltre il 50% del tempo in modalità elettrica in città, e le possenti moto in dotazione. Nella circostanza sono state illustrate le singolari dotazioni dell’abitacolo, dei sistemi di comunicazione come Odino – utilizzato per collegarsi in tempo reale con le banche dati delle Forze di Polizia– e la radio sviluppata con il sistema TETRA.

Numerose sono state le domande poste dagli scolari, che hanno approfittato del momento anche per soddisfare alcune loro curiosità legate ai segni distintivi dell’Arma, alla sua storia ed alle modalità con le quali la Benemerita opera sul territorio.

È stata un’iniziativa che ha riscosso un grande successo di pubblico e visitatori, a testimonianza del grande legame, che in occasioni come questa si rinsalda ulteriormente, fra la cittadinanza e l’Arma dei Carabinieri.


0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)