III Megalotto, tutti soddisfatti per l'avvio della nuova opera, attesa da anni

CORIGLIANO ROSSANO IL SINDACO FLAVIO STASI

Non possiamo che essere soddisfatti dalle parole e dalla determinazione ribadite dal Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli, intervenendo stamani (martedì 19 maggio) a Francavilla Marittima alla cerimonia di inaugurazione dei lavori del terzo megalotto della strada statale 106 Jonica, tra Roseto e Sibari, alla presenza, tra gli altri, dell’Amministratore Delegato di Anas Massimo Simonini e della Governatrice della Calabria Jole Santelli. Tuttavia, per far sì che l’evento di oggi possa esser veramente percepito dalle popolazioni di questo importante territorio della Calabria come un grande segnale di concretezza, per usare le stesse parole del Ministro, nello stesso ragionamento sulla continuazione degli investimenti in opere e servizi per questa terra devono necessariamente rientrare almeno tre questioni che restano aperte e purtroppo ancora senza risposte certe:

1) i tempi di realizzazione dell’urgente Ospedale della Sibaritide rispetto alla gravissima emergenza sanitaria;

2) i tempi di ultimazione dell’elettrificazione della linea ferroviaria jonica che così come è ora continua a rappresentare l’immagine più eloquente della disunione nazionale;

3) la prosecuzione delle quattro corsie dell’E90 a Sud di Sibari.

È quanto dichiara il Sindaco Flavio Stasi che riprendendo l’espresso riferimento del Ministro alla conclusione dei lavori per aprire il Ponte Morandi, proseguiti senza alcuna interruzione anche durante il periodo di maggiore contagio Covid e citato come esempio di reciproca fiducia, ribadisce che analoga fiducia serve ripristinare e consolidare anche a queste latitudini, senza disparità di trattamento, rispetto alla realizzazione di opere strategiche e fondamentali per la garanzia del diritto alla salute, come gli ospedali e che a differenza del modello Genova, nella stessa Italia, aspettano di partire da decenni.

ELISA SCUTELLA' PORTAVOCE M5S ALLA CAMERA

«Ad un giorno dalla fine del lookdown per l’Italia la ripartenza della Calabria diventa storica. Dopo anni di rinvii, false partenze e ulteriori procrastinazioni l’avvio dei lavori del terzo Megalotto Sibari-Roseto è realtà, la consegna dei lavori di un iter travagliato ufficializza l’inizio di un’opera tanto attesa dai calabresi che contribuirà ad incrementare l’economia della nostra terra ma soprattutto comporterà un potenziamento della rete viaria della dorsale jonica garantendo maggiore sicurezza a migliaia di cittadini che la percorrono».

È questo il commento di Elisa Scutellà, portavoce del Movimento 5 stelle alla Camera dei Deputati, che proprio stamani, prima di recarsi a Roma dove è attesa per i lavori parlamentari, non ha voluto mancare alla cerimonia di avvio dei lavori del terzo megalotto della Statale 106 Sibari-Roseto, tenutasi nel comune di Francavilla Marittima.

«Ho seguito pedissequamente ogni piccolo o grande passo di questo percorso di avvio dei cantieri – aggiunge Scutellà - ringrazio il viceministro Cancelleri con il quale ho avuto modo di confrontarmi cadenzatamente e che nelle sue visite in Calabria ha sempre rimarcato il suo impegno per far partire un’opera fondamentale attraverso soluzioni che superassero procedure burocratiche che aveva impelagato i cantieri della SS 106 da troppo tempo ormai».

«La promessa – precisa - è stata mantenuta e auspico possa far tacere le malelingue che hanno tentato in ogni modo di gettare fango sull’operato di chi ad oggi ha dato una risposta concreta a questa regione, senza teatrini, ma lavorando e raggiungendo l’obiettivo fissato. I mistificatori, i detrattori ci saranno sempre, purtroppo anche di fronte ai traguardi raggiunti ma se questo è il prezzo da pagare per rendere migliore la mia Calabria, facciano pure nel frattempo oggi 19 maggio 2020 quella pietra è stata posata».

«Non si è mai trattato di “mettere la bandierina” ma di volersi attivare fattivamente per il bene di questa terra e dei sui abitanti che avessero una strada degna di questo nome. Nonostante il momento difficile che il nostro Paese sta attraverso questa giornata resta memorabile come segnale di positività e di rinascita da cui ripartire con la forza e la perseveranza che – conclude Elisa Scutellà - contraddistingue il nostro essere calabresi».

41 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)