Grisolia, forse un malore del centauro la causa dell'incidente

A perdere la vita è stato Salvatore Fiore, 66 anni, impiegato con un'azienda di costruzioni ferroviarie. #grisolia #sanmarcoargentano


GRISOLIA – 21 ott. 19 - Uno schianto improvviso. Una moto lanciata sulla statale 18 che ha proseguito il suo percorso in linea retta, finendo all'interno di una delle due rotonde, tra Grisolia Lido e Santa Maria del Cedro. Un punto dove sono già avvenuti altri incidenti sulla strada tirrenica. Ieri pomeriggio, a perdere la vita è stato Salvatore Fiore, 66 anni, di San Marco Argentano Scalo.

Il centauro viaggiava insieme ad un gruppo di amici. Erano stati in Campania, sulla costiera amalfitana, per una rilassante gita fuori porta. Una domenica spensierata, lontana dai problemi di lavoro. Intorno alle 18.20 di ieri, Salvatore Fiore, che viaggiava in direzione sud, al confine fra i comuni di Santa Maria del Cedro e Grisolia, per cause in corso d'accertamento, ha proseguito la sua corsa in linea retta, senza entrare nella rotonda e finendo praticamente nello spazio verde, dove, al centro, è anche installata l'insegna di un noto albergo di Grisolia. Sul posto è giunta la polizia stradale del distaccamento di Scalea che ha effettuato i rilievi del caso. L'incidente, sarebbe avvenuto in maniera autonoma, e, quindi, non si esclude che la causa possa anche essere dovuta ad un malore del centauro. Il traffico sulla Statale 18 è rimasto bloccato per alcune decine di minuti. Il tempo di effettuare le misurazioni. Sul posto anche i responsabili dell'Anas per il ripristino dei luoghi e l'ambulanza del 118. I medici, da quanto si è appreso, hanno cercato di rianimare Salvatore Fiore, che però è spirato dopo qualche minuto dall'impatto. Il corpo del centauro è stato ricomposto dal servizio funebre Tarallo di Scalea. E' stato trasportato nella sala mortuaria del cimitero della città tirrenica, in attesa delle disposizioni che il procuratore di turno vorrà adottare. Salvatore Fiore, era un patito della moto. Lavorava con un'azienda che si occupa di costruzioni ferroviarie. Partecipava spesso ai raduni di motociclisti e, insieme al gruppo di amici di San Marco Argentano e della zona, organizzava spesso gite in motocicletta. L'incidente di ieri è l'ennesimo avvenuto sulla Strada statale 18, dove negli ultimi mesi si registra un aumento di gravi sinistri. La notizia è giunta a San Marco Argentano come un fulmine a ciel sereno, anche perché chi conosceva Salvatore Fiore, lo descrive come una persona tranquilla che non compiva evoluzioni azzardate con la sua moto.


0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)