Diamantesi nello staff che ha contribuito alla scoperta dell’origine dei tumori del cuore

DIAMANTE – 28 apr. 20 - Ci sono anche i dottori Luca Salerno e Mariangela Scalise nello staff che ha contribuito alla scoperta dell’origine dei tumori del cuore, con il laboratorio di Cardiologia molecolare e cellulare dell’Università Magna Graecia di Catanzaro. Un lavoro di squadra, ovviamente, ottenuto grazie all'apporto di ogni “tassello”. Ma ciò non toglie che i diamantesi non debbano andare orgogliosi della partecipazione al gruppo di lavoro di Luca Salerno e Mariangela Scalise.


Lo studio è stato pubblicato sulla rivista “European Heart Journal”, ad oggi definita la più prestigiosa al mondo per impatto scientifico in ambito cardiovascolare. Nel lavoro, si legge: “i ricercatori del laboratorio di Cardiologia molecolare e cellulare, diretto dal Prof. Torella hanno analizzato 26 mixomi umani, identificando e isolando delle cellule con caratteristiche di vere cellule staminali tumorali capaci, in esperimenti in vivo di xenotrapianto in topi immunodepressi, di riformare il mixoma cardiaco. In particolare, lo studio ha anche permesso di individuare il meccanismo molecolare, rappresentato dalla disregolazione dell’espressione di alcuni microRNAs (piccole molecole endogene di RNA non codificante), responsabile della trasformazione delle cellule staminali normali in cellule staminali tumorali”. Il lavoro, che ha come primo autore la dottoressa Mariangela Scalise, ha visto il contributo delle dottoresse Fabiola Marino, Eleonora Ciandone, Teresa Mancuso, Carla Vicinanza e Iolanda Aquila, e dei dottori Luca Salerno e Konrad Urbanek, ricercatori che compongono il team del MaCCardio Lab. Inoltre, va ricordato l’indispensabile contributo di diversi ricercatori.

380 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)