Diamante, un caso positivo, asintomatico. E' infermiere a Cetraro. La conferma dal sindaco

Aggiornato il: apr 24

DIAMANTE – 23 apr. 20 - Sull'alto Tirreno cosentino, dove i casi di contagi sono, fino ad ora, limitati, si registra un infermiere positivo al coronavirus. Un evento che non dovrebbe destare preoccupazione, perchè, a quanto pare, il sanitario ha fatto sapere di avere avuto solo contatti strettamente legati alla professione. L'evento si registra nella città turistica dell'alto Tirreno cosentino dove il sindaco, il senatore Ernesto Magorno, è impegnato in maniera ferrea a tenere sotto controllo le limitazioni imposte. Strade chiuse da tempo, sanificazioni pianificate, controlli meticolosi sulle quarantene, divieti di permanenza nelle case estive sin dai primi giorni della pandemia. Ed è stato lo stesso sindaco ad annunciare ai suoi concittadini la presenza del “caso positivo, asintomatico”, con un filo di commozione. L'infermiere, lavora presso l’ospedale civile di Cetraro, e fa parte quindi di quelle professioni ad alto rischio che, a seconda del numero di contatti avuti potrebbero generare ulteriori contagi. Il senatore Magorno, subito operativo, ha convocato il centro operativo comunale che gestirà questa fase di emergenza. Sono state attivate tutte le procedure di quarantena previste, con la ricostruzione degli eventuali contatti avuti. E' stato comunicato il “caso” di positività al comandante delle locale stazione dei carabinieri che si è subito recato al comune per organizzare le attività necessarie a contenere al massimo altri contagi. Il sindaco ha poi voluto chiamare l'infermiere ed ha espresso la sua vicinanza all’operatore sanitario ed alla rispettiva famiglia. L’infermiere ha assicurato che sin dall’inizio dell’emergenza coronavirus non ha avuto contatti con la comunità cittadina, ma esclusivamente con i colleghi di lavoro. Magorno, tramite i canali social, ha invitato tutti i cittadini ad affrontare con compostezza e senza panico questa notizia, “dicendosi fiducioso che Diamante saprà superare anche questa difficile prova”. Come accennavamo, nel centro dell'alto Tirreno cosentino, le misure poste in essere sono state molto restrittive. Le principali strade sono chiuse e i varchi presidiati costantemente, anche nelle ore notturne. L'unico rischio, come del resto è accaduto, era proprio che qualche caso di contagio potesse giungere da persone impegnate attivamente nel settore della sanità, o dove, comunque, seppur con le cautele del caso, bisogna avere contatti con altre persone. «Non bisogna abbassare la guardia rispetto a questo virus – ha detto il sindaco Magorno -. Abbiamo un caso che riguarda un infermiere che lavora all'ospedale di Cetraro. Ho ricevuto rassicurazioni sui contatti avuti in questi giorni. Si tratta di un caso asintomatico e ho ricevuto garanzie da tutti i sanitari direttamente interessati alla vicenda. Questo non significa che non bisogna mettere in campo tutto il necessario. Siamo vicini all'operatore sanitario assistito all'ospedale di Cetraro e alla famiglia. Invito i cittadini a vivere con serenità la vicenda, con la compostezza che fino a questo momento la comunità ha mantenuto».

L'ANNUNCIO DEL SINDACO MAGORNO

6,922 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)