• miocomune.tv

Diamante, questione porto: il sindaco Magorno pronto ad andare fino in fondo con la Regione

L'attacco anche he all'opposizione. Interviene anche il meetup Cinque stelle


Il porto

DIAMANTE – 10 ott. 19. - Il sindaco Ernesto Magorno lancia un avvertimento e una provocazione. L'avvertimento, che, nella sostanza, dovrebbe essere anche un'azione programmata dall'amministrazione comunale, è rivolto alla Regione Calabria. La provocazione, che è conseguenza diretta della diffida alla Regione Calabria, è invece rivolta al gruppo di opposizione che, sostanzialmente, quando era maggioranza nella precedente consiliatura aveva, più o meno, intrapreso questa linea. “L'Amministrazione comunale di Diamante – fa sapere il sindaco - ha la ferma intenzione di revocare la delega, affidata alla Regione Calabria, per la realizzazione dei “lavori a terra” previsti nella variante migliorativa. Lo scopo, è quello di riuscire così ad ottenere, dalla Regione, i soldi per realizzare noi i lavori. Questo – conferma il sindaco - per rassicurare ulteriormente i cittadini di Diamante sull’incisività e sulla concretezza con la quale l’Amministrazione sta operando per giungere ad una soluzione positiva. Lo stiamo facendo con atti che producono fatti nell’interesse della comunità di Diamante che da troppi anni attende la realizzazione di un’infrastruttura di rilevante importanza per il futuro del paese”. Poi arriva la provocazione al gruppo di opposizione che come è noto è rappresentato anche dall'ex assessore ai Lavori pubblici. “Cosa intende fare il gruppo di opposizione in consiglio comunale? - chiede il sindaco Magorno - Sosterrà questa nostra azione? Una domanda all'ex assessore ai Lavori pubblici, Pierluigi Benvenuto: perché non ha avviato l’azione di revoca che oggi invece noi metteremo in atto? Al movimento dei ricchi chiedo perché il loro più illustre componente non spiega ai cittadini di Diamante cosa è accaduto nel 1999 e cosa è stato detto nella “cena” tra i protagonisti di quella operazione politica?”. La realizzazione dell'opera, negli ultimi tempi, assorbe gran parte del dibattito politico. Si registra, fra gli altri, anche l'intervento del meetup Cinque stelle. Condivide in parte l'azione del sindaco Magorno che, secondo M5S, “non è certo un temporeggiatore”. “In quanto alla inerzia nella vicenda del porto – scrive il rappresentante del meetup - nel richiamare alle proprie responsabilità i componenti della minoranza, che sedevano in maggioranza nella passata consiliatura, almeno uno in particolare, egli fa riferimento ai cinque anni di passata gestione. Forse a buona ragione, visto che solo sei mesi prima della fine della consiliatura c’è stata una accelerazione, ma fino ai primi di maggio del 2018 le responsabilità vanno condivise, almeno da chi sedeva in maggioranza fino ad allora. Poi sappiamo tutti com’è andata, ora non ci resta che attendere gli sviluppi, speriamo positivi, della vicenda e che si possa concludere con l’unico risultato utile per Diamante: la ristrutturazione, il completamento e la fruibilità del molo ricovero natanti da diporto, ma anche da pesca, che i cittadini e perché no, anche i turisti, aspettano da anni”.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)