Diamante, il sindaco Magorno: «Il coronavirus è un nemico subdolo: non sottovalutiamolo»

DIAMANTE – 28 apr. 20 - Un percorso particolare, quello del sindaco Ernesto Magorno, nel periodo del coronavirus. Il primo cittadino non ha lasciato la sua cittadina ed ha seguito costantemente, insieme al suo gruppo, l'evolversi della situazione, informando giorno per giorno i cittadini e proponendo anche momenti di “svago”, utilizzando il proprio canale social. E' iniziata ora la settimana che farà da ponte al 4 maggio; per Magorno, “una data che segnerà, sostanzialmente, l’inizio della cosiddetta “fase2” nel contrasto al coronavirus”. Un messaggio ai cittadini che tende a proseguire calcando lo stesso solco anche per il periodo successivo, nel rispetto delle regole imposte. «Dobbiamo prepararci a questo punto di snodo con la stessa responsabilità che abbiamo avuto fino ad ora». Afferma il sindaco Magorno che consiglia ancora: «Restate a casa, quindi, e continuate ad osservate le norme comportamentali per non vanificare i risultati fin qui ottenuti. E' iniziato un percorso di attenzione e ricostruzione e non sarà, come è stato detto, un indiscriminato “liberi tutti”. Questo lungo periodo di isolamento ha segnato tutti, duramente, ma dovremo riconquistare la normalità gradualmente e osservando tutte le norme e le indicazioni che ci daranno il Governo, e la Regione per le sua competenze, sulla scorta del parere degli scienziati. Abbiamo imparato che il coronavirus è un nemico subdolo che ancora gli scienziati non conoscono a fondo. Non dobbiamo sottovalutarlo». Il sindaco Magorno non ha mai sottovalutato il Covid 19. «Abbiamo la necessità – confessa, poi - di ripartire, e di farlo mettendo in campo tutte le nostre energie, la nostra creatività, le nostre idee. Noi abbiamo già iniziato e continueremo, anche questa settimana ad ascoltare tutte le componenti delle nostra comunità, sui temi che riguardano il nostro futuro, per poi agire concretamente. Questa vicenda ci ha dato una nuova consapevolezza: che la vita, la natura, il rispetto degli altri non possono e non devono essere mortificati dagli interessi, dal profitto indiscriminato, dall'irresponsabilità. Così come abbiamo riscoperto il senso più profondo dei rapporti umani e della solidarietà. Pur feriti torneremo più forti di prima e sicuramente migliori. Guardiamo con fiducia al futuro».

396 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)