Destinazione Scalea, incontro sul tema della legalità con il consigliere regionale De Caprio

Oltre a De Caprio, presenti, Ugo Manco e Francesco Saverio Di Lorenzo. Incontri programmati con i rappresentanti istituzionali


SCALEA – 11 lug. 20 – Incontri con rappresentanti istituzionali, ma anche con uomini della politica, imprenditori e persone impegnate attivamente nel sociale. Ieri, nella sede dell’associazione, il primo incontro con il consigliere regionale Antonio De Caprio, sul tema della legalità. De Caprio è presidente della commissione antindrangheta della Regione Calabria. Presenti, anche il presidente dell'associazione, Michele Formica, Ugo Manco, presidente onorario, Francesco Saverio Di Lorenzo.

“Anche Scalea – è stato sottolineato - ha bisogno di uomini che, con la stessa determinazione usata da De Caprio nel contesto orsomarsese, possano dare il proprio contributo per questo cambio di rotta e conseguentemente rivalutare l’immagine di Scalea distrutta, da un decennio a questa parte, dall’avvicendamento di amministrazioni con rilevanti criticità e da ben tre commissariamenti”. «Non si può, per attuare ciò, prescindere dal concetto di legalità», ha sostenuto Ugo Manco, che subito dopo aver salutato i protagonisti ed i giornalisti intervenuti, ha focalizzato l’attenzione sul dovere morale, in qualità di cittadino scaleoto di dare un fattivo contributo alla causa Scalea, attuando politiche “pulite” che provochino un interesse e conseguentemente un riavvicinamento dei giovani alla vita della comunità. Francesco Saverio Di Lorenzo ha evidenziato come la legalità debba essere alla base del modus operandi di una comunità e lui ne ha fatto una ragione di vita avendo trascorso più di vent’anni nella Direzione investigativa.

Il consigliere Antonio De Caprio, nel prendere la parola ha affermato che: «una comunità non può prescindere dal rispetto delle regole. Io - ha detto De Caprio - per ragioni anagrafiche mi interfaccio continuamente con i giovani a cui vanno trasmesse queste regole ed il rispetto delle stesse. Come commissione anti 'ndrangheta andrò in direzione di una forte sinergia con chi deve sovraintendere al rispetto delle regole, dalla Questura alle forze di Polizia sul territorio, fermo restante che è necessario che il tutto parta dalla base ovvero dagli amministratori locali chiamati a fare il proprio dovere nel modo migliore».

406 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)