top of page

Criminalità a Cetraro: la commissione antindrangheta incontra sindaco e consiglieri

Criminalità, a Cetraro la commissione antindrangheta ha incontrato  sindaco, giunta e consiglieri. Molinaro: Una caserma deve essere resa fruibile alle forze dell’ordine


Criminalità, Molinaro: a Cetraro la commissione antindrangheta ha incontrato  sindaco, giunta e consiglieri. Una caserma deve essere resa fruibile alle forze dell’ordine


CETRARO - 15 dic. 23 - Criminalità, a Cetraro la commissione consiliare antindrangheta: “Una comunità forte, ricca di valori, che  ha reagito con le istituzioni e le forze migliori  attivamente coinvolta, che raf­for­za­ndo,  il tes­su­to di le­ga­li­tà, sen­za il qua­le non vi può es­se­re al­cu­no svi­lup­po au­ten­ti­co e so­li­da­le, vuole liberarsi da quelle catene che non gli permettono di sprigionare le proprie energie”; questo quanto dichiara il presidente Molinaro della Commissione Consiliare antindrangheta che si è recata nel comune di Cetraro e ha incontrato il sindaco Ermanno Cennamo, la Giunta Comunale, i consiglieri, presenti rappresentanti delle forze dell’ordine, della Chiesa e dell’associazionismo. “Siamo qui  - ha affermato Molinaro - per testimoniare anche fisicamente la vicinanza alle istituzioni del territorio. Ma lo siamo ancora di più nell’esercizio delle nostre funzioni di commissione del consiglio regionale.

L’agire solitario stanca  - ha proseguito - e per questo è necessario creare a rafforzare strumenti associativi, organizzazioni realmente attive sui territori in grado di dare sostegno all’azione individuale, e capaci di mettere in atto azioni comuni forti. C’è bisogno che le persone non rimangano sole dinanzi alla criminalità  che colpisce al cuore la civiltà.

La criminalità – sostiene Molinaro – è un potere abusivo che, attentando al bene comune. vuole ipotecare la vita di intere comunità,  ricattare le coscienze di tanti e inquinare la politica e la pubblica amministrazione che deve sempre di più caratterizzarsi nell’assicurare efficacia, efficienza e trasparenza dei procedimenti. Da questo tipo di violenza insensata  - prosegue -si esce soltanto sentendoci tutti coinvolti. Anche quando sarebbe facile sentirsi assolti.

La criminalità non può e non deve dettare i tempi e i ritmi dell’economia e della politica, diventando il luogo privilegiato di ogni tipo di intermediazione e mettendo in crisi il sistema democratico. Una vicinanza, quella espressa dalla Commissione antindrangheta alle Istituzioni impegnate in prima linea  e ad una comunità, come è stato detto negli interventi,  dalla forte identità, ricca di valori morali  e di cui bisogna sentirsi orgogliosi. Nel corso dell’incontro, è stato rimarcato il ruolo che deve svolgere la cultura in tutte le articolazioni a partire dalla scuola e dalle realtà associative. Ampio riferimento è stato fatto alla  vicenda di una caserma, un presidio significativo per le forze dell’ordine non ancora consegnata;  su questo, per quanto di competenza, la Commissione solleciterà il Ministero dell’Interno affinchè sia resa nel più breve tempo fruibile anche a beneficio di una larga parte del tirreno cosentino. Nell’ambito dei compiti e funzioni assegnati dalla Legge Regionale alla Commissione e comunque nell’ottica di creare opportune e  necessarie sinergie con le Istituzioni locali, sono stati analizzati adeguati percorsi di legalità che già la Commissione con il Piano 2023 garantisce.


Criminalità, a Cetraro la commissione antindrangheta ha incontrato  sindaco, giunta e consiglieri. Molinaro: Una caserma deve essere resa fruibile alle forze dell’ordine

Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page