Corigliano Rossano, uccise il padre Mario, da domani il processo in appello per Alessandro Manzi

Il 28enne rossanese, difeso dall’avv. Ettore Zagarese, uccise il padre a colpi di fucile nel novembre 2017 #coriglianorossano


Alessandro Manzi

CORIGLIANO ROSSANO - 27 ott. 19 - Prenderà il via domani, dinanzi alla Corte di Assise di Appello di Catanzaro (Presidente dott.ssa Gabriella Reillo) il processo di secondo grado che vede alla sbarra il giovane rossanese Alessandro Manzi, difeso dall'avvocato Ettore Zagarese, imputato di omicidio volontario.  Il 28enne è accusato di aver ucciso a colpi di fucile il proprio padre Mario, 50enne, la sera del 17 novembre 2017 sull’uscio di casa, in un’abitazione degli alloggi popolari di viale Sant’Angelo nell’area urbana di Rossano. All’esito del processo di primo grado, la Corte di Assise di Cosenza aveva condannato il giovane ad una pena di 18 anni e 10 mesi di reclusione.

Alessandro Manzi, che subito dopo il fatto si era costituito ai Carabinieri di Rossano, percorrendo a piedi il tratto di strada che divide la sua casa dalla Compagnia della Benemerita, da subito si era assunto la responsabilità dell’accaduto narrando di come fosse arrivato ad un punto di saturazione dopo anni di vessazioni all'interno delle mura domestiche che condivideva con il padre, noto pregiudicato, e con la sua famiglia.

L’istruttoria dibattimentale, nell’ambito del processo di primo grado, avrebbe confermato tali circostanze connotando come il gesto fosse stato compiuto dal giovane in preda ad un forte stato di disperazione a cui il genitore lo aveva portato con il perdurare della sua condotta abusante ai danni del ragazzo e dei familiari. La situazione era stata inoltre confermata dai testimoni escussi in udienza e dal consulente di parte dell’imputato dr. Figoli.

Nel frattempo, Alessandro Manzi ha proseguito il percorso di recupero, che sin dall’inizio aveva fermamente manifestato di voler intraprendere, iscrivendosi al polo universitario e prestando attività lavorativa inframuraria i cui proventi ha rimesso alla propria famiglia di origine.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)