Belvedere, spaccio di cocaina: obbligo di presentazione per l'indagato

Aggiornato il: feb 26

La decisione del Tribunale del Riesame su istanza dell'avvocato Italo Guagliano Jr


BELVEDERE – 25 feb. 20 - I carabinieri lo avevano osservato mentre discuteva con un'altra persona in una strada di Belvedere. Le due auto erano affiancate. I militari al termine dell'appostamento avevano fermato il 33enne accusato di spaccio di cocaina.

Il Tribunale Penale di Catanzaro in funzione di giudice del Riesame ha accolto la richiesta di riesame presentata dall’Avv. Italo Guagliano Jr. revocando la misura degli arresti domiciliari al giovane L.I. arrestato in flagranza di reato lo scorso 8 febbraio dai militari della stazione carabinieri di Belvedere Marittimo con l’accusa di spaccio di cocaina. Al giovane, come si ricorderà, era stata applicata in sede di convalida dell’arresto la misura degli arresti domiciliari, decisione motivata dal giudice Vincenzo D’Arco, in ordine all’incapacità di qualsiasi altra misura cautelare di evitare la reiterazione del presunto reato. Nella giornata di ieri il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha riformato l’ordinanza accogliendo le doglianze del difensore dell’imputato, “in ordine all’erronea qualificazione della fattispecie e alla apoditticità della motivazione, sostituendo la misura custodiale con l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre giorni a settimana in attesa della definizione del processo di merito”. Processo che proseguirà presso il Tribunale di Paola il prossimo 20 marzo, il difensore ha espresso fiducia sullo sviluppo dibattimentale della vicenda processuale e soddisfazione circa l’immediata liberazione dell’assistito.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)