Belvedere Marittimo: tutti negativi i tamponi alla clinica e anche alla Rsa di San Nicola Arcella

BELVEDERE – 4 apr. 20 - I tamponi effettuati dalla clinica Rosano, Tirrenia Hospital sul personale sono risultati tutti negativi. Una notizia che, al momento, riporta un po' di tranquillità visto che, dopo il caso positivo di un'infermiera la tensione era salita alle stelle. Esito negativo, anche per i tamponi di sette dipendenti della Residenza sanitaria assistenziale per anziani, “San Francesco di Paola”, di San Nicola Arcella. Il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, che aveva seguito attentamente la vicenda, ha confermato la buona notizia. «Nessuno di questo territorio – ha detto Magorno – è risultato positivo al test. Possiamo guardare con maggiore fiducia ai prossimi giorni, tenendo presente che non bisogna esultare. Tutti siamo stati in ansia per questa vicenda e ora dobbiamo guardare avanti con fiducia, senza abbassare la guardia». Buone notizie giungono anche da San Nicola Arcella dove nella residenza per anziani non si registrano tamponi positivi. Intanto il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno nella giornata di ieri ha tenuto a precisare che: «La sanità non è un settore nel quale devono scontrarsi tifoserie opposte, come avveniva un tempo nei nostri paesi, quando i sostenitori delle squadre di calcio difendevano aspramente i propri colori». Secondo il senatore Magorno: «Di fronte ad un’emergenza, come quella che stiamo vivendo, non si deve avere alcun pregiudizio nei confronti di ogni tipo di struttura pubblica o convenzionata, e tutti i presidii sanitari devono essere attrezzati per fronteggiare il malaugurato espandersi del contagio al sud. Nessuna struttura, in questa fase, può e deve sottrarsi e deve essere capace di dare risposte immediate ed efficienti. I sindaci sono in campo, per quello che è di loro competenza, e fanno il possibile per tutelare i loro cittadini ma la competenza assoluta della sanità spetta alla Regione – conclude Magorno - e deve essere fatto in modo che ogni struttura sanitaria sia messa a disposizione della strenua battaglia che stiamo combattendo contro il coronavirus». Il Tirreno cosentino si appresta adesso ad attraversare un periodo particolare, quello della Pasqua, in passato, settimana di prova per la stagione estiva. Dal numero di presenze a Pasqua si percepiva anche l'andamento della stagione estiva. Ora, invece, tutti auspicano che ognuno resti nel proprio comune di residenza e che nessuno provi a fare furbizie che potrebbero costar caro ai cittadini. Per questo motivo i controlli vengono intensificati.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)