top of page

Belvedere Marittimo, crolli in centro storico. Solidarietà dell'opposizione alle famiglie sfrattate

In consiglio comunale, l'intervento del gruppo "Impegno comune". Solidarietà alle famiglie in difficoltà dopo i crolli in centro storico



BELVEDERE – 30 dic. 22 - “Abbiamo concluso una seduta di consiglio comunale valutando, come sempre, i punti all'ordine del giorno”. E' il gruppo di opposizione “Impeg no comune” a fare il punto della situazione. Ugo Massimilla, Emanuela Arnone e Francesco Cauteruccio fanno sapere di aver presentato, inoltre, una mozione che riguarda il centro storico, esprimendo tutta la solidarietà e la vicinanza umana alla famiglia Liserre per quanto accaduto il 15 dicembre scorso, con il crollo di parte di un fabbricato adiacente all'abitazione dove vivono i coniugi, ottantenni. I due sono destinatari di un'ordinanza di sgombero, per questioni di sicurezza, firmata dal sindaco Cascini. Il gruppo “Impegno Comune” ha proposto, in merito, un tavolo con la collaborazione di tutti i consiglieri al fine di mappare il centro storico individuando le criticità presenti onde evitare altri fenomeni degenerativi.



“Se si discute di centro storico, del suo rilancio, non si può che iniziare dalla messa in sicurezza totale – affermano i consiglieri Massimilla, Arnone e Cauteruccio -. Entrando nel merito dei punti all'ordine del giorno, al punto numero 2 – evidenziano - abbiamo espresso voto favorevole chiedendo un'ottimizzazione delle risorse”. Il punto all'ordine del giorno del consiglio comunale di ieri mattina, riguardava una variazione al bilancio di previsione finanziario 2022/2024. Secondo i consiglieri di opposizione: “I fondi ministeriali devono servire per erogare servizi ai cittadini”. Voto favorevole dell'opposizione anche per il terzo punto: la revisione periodica e ricognizione delle partecipazioni possedute al 31 dicembre 2021, con l'individuazione dei beni da alienare o valorizzare. “Abbiamo chiesto – fanno sapere dall'opposizione - che le partecipate, in particolare Flag La Perla del Tirreno, debba coincidere con il rilancio turistico del settore Ittico a Belvedere Marittimo. La maggioranza ha dato ampie spiegazioni e condiviso la nostra posizione”. Infine altro parere favorevole al punto sull'adesione del comune di Belvedere Marittimo alla centrale unica di committenza costituita tra i comuni di Diamante e Buonvicino. “Riteniamo che il comune di Belvedere Marittimo dopo l'adesione al Cuc. debba essere promotore di una rotazione del comune capofila, atteso il possesso dei requisiti di legge e le opportune procedure da intraprendere”.