Belvedere, intimidazione alla clinica Tirrenia: Solidarietà dall'on. Baldino e dal consigliere Laghi

Impegni e solidarietà concreta dal consigliere regionale Laghi e dall'on. Baldino M5S per la clinica Tirrenia di Belvedere Marittimo



BELVEDERE – 17 ott. 22 - L'intimidazione alla clinica Tirrenia ha generato diverse reazioni sia nell'ambito locale che in quello regionale. Le indagini proseguono, ovviamente, nel massimo riserbo per cercare di collegare quanto accaduto nella sala mortuaria della clinica a fatti e persone. Non ci sarebbero dubbi sulle modalità: non è certo un'intimidazione portata a termine da sprovveduti o da malviventi comuni. Dietro quell'esplosione c'è sicuramente un disegno, ci sono messaggi da lanciare che dovranno essere interpretati e associati. Sull'accaduto è intervenuta l'on. Vittoria Baldino capogruppo del movimento 5 Stelle per la I commissione Affari costituzionali, della Presidenza del consiglio e interni: “L’atto dinamitardo – scrive - non solo va condannato con fermezza, ma richiede a tutte le istituzioni la massima attenzione, e alla magistratura una risposta tempestiva, che sono certa arriverà. Esprimo la mia piena solidarietà e vicinanza sia alla proprietà che al personale sanitario.



E’ doveroso fare luce su questo gravissimo atto. La preoccupazione, certo, per eventi del genere si fa si più forte se si leggono le recenti dichiarazioni della Dia, per cui la Calabria è la regione col maggior numero di provvedimenti che rappresentano la spia della pervasività delle organizzazioni malavitose nel tessuto imprenditoriale. Uno è il sistema che in Calabria e nel resto del Paese deve affermarsi: quello della legalità”.

Intervento anche del consigliere regionale Ferdinando Laghi, membro della commissione consiliare contro il fenomeno della 'ndrangheta, della corruzione e dell'illegalità diffusa. «Quanto accaduto – afferma - non può certo lasciare indifferenti. Ancor più se, come parrebbe e come avranno modo di verificare le autorità preposte, si sia trattato di un'intimidazione mafiosa, occorre che le istituzioni e l'intera società civile si mobilitino a difesa della legalità, respingendo il vile gesto con fermezza». Laghi mostra solidarietà nei confronti del personale della clinica Tirrenia e fa sapere che, quanto prima, sarà sul posto: “per esprimere loro tutta la mia vicinanza affinché sappiano che non saranno lasciati soli”.