Belvedere, "appalti e massoneria”, la richiesta dell'opposizione sarà discussa in consiglio

Fissato per il prossimo venerdì 23 aprile il consiglio comunale, verrà portata in consiglio, tra l'altro, la richiesta di discussione dell'argomento relativo all'inchiesta denominata "appalti e massoneria”


BELVEDERE – 19 apr. 21 - Il presidente del consiglio comunale di Belvedere Marittimo, Vincenzo Carrozzino, ha convocato la seduta dell'assemblea per il prossimo venerdì 23 aprile, alle ore 18.00, nella sala del museo del mare. Sono quattro i punti all'ordine del giorno. Oltre all'approvazione dei verbali, si procederà a votare il regolamento comunale per la disciplina della videosorveglianza sul territorio comunale. Si discuterà e approverà anche la convenzione per la gestione associata delle funzioni e dei servizi socio-assistenziali nell'ambito del territorio del distretto di riferimento. Il punto più atteso è quello relativo alla richiesta di convocazione di un consiglio comunale da parte della minoranza. Si discuterà, non tanto sul punto, ma proprio sulla richiesta specifica. E la questione è spinosa perchè il riferimento è all'inchiesta dei carabinieri della compagnia di Scalea convenzionalmente denominata “Massoneria e appalti pubblici”.



I consiglieri di “Belvedere città futura”, avvocati, Barbara Ferro, Agnese Fiorillo, Eugenio Greco, Daniela Tribuzio, sostengono l'idea della “trasparenza” nei confronti dei cittadini. Per tale motivo hanno protocollato la richiesta formale al presidente del consiglio comunale avvocato Vincenzo Carrozzino: “Il gruppo consiliare Belvedere Città Futura, a fronte di nuova attività relativa all’indagine che la Procura della Repubblica di Paola sta svolgendo circa le ipotesi di reato contro la pubblica amministrazione, che vedono coinvolti tra gli altri, funzionari amministrativi e assessori del comune di Belvedere Marittimo – si legge - chiede formalmente che il sindaco voglia relazionare e chiarire gli intendimenti della sua maggioranza in consiglio comunale. Già a seguito dell’attività di indagine del gennaio scorso il gruppo di minoranza Belvedere Città Futura aveva voluto incontrare il sindaco per conoscere le determinazioni del primo cittadino in ordine ai fatti giudiziari in questione”.



446 visualizzazioni0 commenti