Battesimo finito nel sangue a Cariati. Disposti dalla procura esami irripetibili

La vittima dell'accoltellamento è difesa dall'avvocato Ettore Zagarese. #cariati


L'avvocato Zagarese

CARIATI – 20 ott. 19 - Proseguono le indagini per il grave episodio di sangue accaduto a Cariati nel settembre scorso quando, durante un ricevimento per una festa di battesimo all’interno di un ristorante del luogo, si è consumata l’aggressione ai danni del 43enne P.C., originario di Cirò e residente a Campana. L’uomo, raggiunto da tre colpi di coltello, la cui lama è rimasta conficcata nell’addome, è stato trasferito e ricoverato in condizioni di urgenza e con prognosi riservata presso l’ospedale Annunziata di Cosenza.

È accusato del tentativo di omicidio aggravato dai futili motivi, A.A. 33 anni, di Cariati, attualmente detenuto presso la casa circondariale di Castrovillari a seguito di una ordinanza del Gip del Tribunale di Castrovillari, e successivamente confermata dal Tribunale del Riesame di Catanzaro.

L’indagine è in mano al Pubblico ministero del Tribunale di Castrovillari Serracchiani il quale ha disposto presso la polizia scientifica, Ris di Messina l’espletamento di una seria di attività irripetibili volte alla esatta ricostruzione degli accadimenti.

La persona offesa ha inoltre dato incarico di tutelare i propri interessi nel processo all’avvocato Ettore Zagarese.

257 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)