"Amici in comune": il "rammarico" di Praticò per il rinvio a giudizio

Il sindaco di Praia a Mare, Praticò, interviene con una nota



PRAIA A MARE – 2 feb. 22 – Nei giorni scorsi la notizia del rinvio a giudizio di tutti gli indagati nell'inchiesta della Guardia di finanza di Scalea denominata “Amici in comune”. Dopo il rinvio a giudizio, la prima udienza è fissata per il 18 maggio, interviene il sindaco di Praia a Mare, Antonio Praticò, con una nota: “Prendo atto dell'ordinanza del 31 gennaio ultimo scorso con la quale il Giudice per l'Udienza Preliminare del Tribunale di Paola ha disposto il rinvio a giudizio del sottoscritto e di tutti gli altri indagati, nell'ambito del procedimento penale avviato per presunti reati contro la pubblica amministrazione. Sono sereno – dichiara Antonio Praticò - essendo certo di aver sempre operato nella legalità. Naturalmente, non posso nascondere il rammarico, confidavo che già in questa fase emergesse la mia completa estraneità ai fatti contestati con una diversa determinazione del Giudice per l'Udienza Preliminare. La giustizia farà il suo corso e spero che al più presto venga chiarito, in modo netto ed inconfutabile, la correttezza e la legittimità del mio agire, da sempre improntato al bene esclusivo della comunità di Praia a Mare che ho l'onore di rappresentare”.



373 visualizzazioni0 commenti