Alto Tirreno, ordinanze dei sindaci per il divieto di spostamenti nei giorni di Pasqua e Pasquetta

DIAMANTE – 10 apr. 20 - Proseguono le attività di controllo sul territorio dell'alto Tirreno cosentino. Nelle ultime ore sono stati effettuati dei posti di blocco mirati, da parte dei carabinieri, nel comune di Diamante. I militari, coordinati dal capitano Andrea Massari, hanno chiuso l’accesso alla città turistica, fermando tutte le persone in ingresso e che circolavano in centro. Praticamente è stato rastrellato tutto il territorio. L'obiettivo, soprattutto in questi giorni, è quello di non vanificare il sacrificio dei numerosi cittadini che sono rimasti nelle rispettive abitazioni in ossequio alle disposizioni governative, regionali e comunali. Sull'attività dei militari è intervenuto il sindaco Ernesto Magorno: «Ringrazio il comandante della Compagnia di Scalea, il capitano Andrea Massari, e il comandante della stazione di Diamante, il maresciallo maggiore Danilo Guidi, per l’attento e capillare lavoro di controllo sul territorio comunale che i carabinieri stanno svolgendo per verificare se vengono osservate le norme comportamentali per frenare il contagio del coronavirus. Prosegue l’impegno in sinergia tra le istituzioni a difesa della salute e della sicurezza di tutti i cittadini».

Già ieri avevamo dato notizia di alcune iniziative, come quella del sindaco di Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere, che ha già emesso un'ordinanza che vieta spostamenti nei due giorni di Pasqua e Pasquetta. Fra l'altro, per come prevede anche l'ordinanza regionale della presidente Santelli i negozi dovranno restare chiusi nei giorni festivi. Il sindaco del comune di Grisolia, Antonio Longo, ha emesso un'ordinanza con la quale vieta a tutti i cittadini, relativamente ai giorni del 12 e 13 aprile, su tutto il territorio comunale: l'accesso alle strade montane, pedemontane, aree di campagna, all’arenile demaniale. Si fa espresso divieto di organizzare gite fuori porta, scampagnate, pranzi all'aperto, onde evitare i già vietati assembramenti al chiuso o all'aperto. Ai soli proprietari di terreni presenti sul territorio comunale è consentito recarsi presso i loro fondi per il tempo strettamente necessario per soddisfare le esigenze, previa comunicazione all'ufficio della polizia municipale. Il sindaco di Orsomarso, Antonio De Caprio, ha disposto la chiusura, dalle ore 13.00 di venerdì, fino alle 9.00 di martedì 14, della strada intercomunale Orsomarso-Mormanno, in località Scorpari; dell'ex strada provinciale che conduce a Santa Maria del Cedro; del rilevato adiacente al fiume Lao; della strada verso Verbicaro, in località Mira; dell'arteria delle località Menestalla e Marina. Disposta la chiusura con blocchi di cemento con la pronta reperibilità in caso di urgenze.

Sulla stessa scia il sindaco di Verbicaro, Francesco Silvestri che ha vietato l'accesso e la fruizione delle aree pubbliche ricadenti nella valle dell'Abatemarco, nelle zone montane e anche nei terreni privati. Divieto di praticare picnic e attività culinarie. A Tortora il sindaco Pasquale Lamboglia ha chiuso gli accessi secondari alla Statale 18. Saranno solo tre gli incroci monitorati con sistema di videosorveglianza. A San Nicola Arcella, il sindaco Barbara Mele ha chiesto agli amministratori dei parchi ed anche ai cittadini di segnalare prontamente alla polizia comunale la presenza di cittadini proprietari di seconde case.

445 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)