top of page

Alta velocità Praia-Tarsia, Noi Moderati: “Basta con i tentennamenti”

Alta velocità Praia Tarsia, “Noi Moderati” di Praia a Mare chiama in causa i consigli comunali dei paesi interessati


Alta velocità Praia Tarsia,  “Noi Moderati” di Praia a Mare chiama in causa i consigli comunali dei paesi interessati

PRAIA A MARE – 6 dic. 23 - Trasversalmente, il dibattito sull'alta velocità ferroviaria, in questi giorni coinvolge diverse aree della Calabria e, in particolare, l'alto Tirreno, interessato al prossimo lotto, il gruppo “Noi Moderati” di Praia a Mare, con Fernando Marsiglia, e coordinato a livello provinciale da Riccardo Rosa, afferma con forza: “Basta con i tentennamenti e gli indugi sull'alta velocità Praia – Tarsia”, e poi cita un detto dialettale: “A sfrata longa rumpe 'u carro”, ovvero le cose quando vengono rimandate per troppo tempo rischiano di finire male. “Così – affermano da Noi moderati - riassumiamo le nostre preoccupazioni in merito all’effettiva realizzazione della linea alta velocità, riguardante sia il lotto 2 Praia-Tarsia che il lotto 1C Buonabitacolo- Praia.



Stiamo seguendo, con particolare interesse, le vicende legate a questo importantissimo progetto di sviluppo socio economico dei territori e siamo lieti di aver contribuito al dibattito sul tema, in seguito alla nostra nota del 28 novembre, con la quale abbiamo esternato tutte le nostre preoccupazioni, nonché il nostro pieno e totale disappunto nei confronti della sciagurata ipotesi dello stralcio del collegamento ferroviario Tirreno-Ionio attraverso le aree interne”. Il gruppo di Noi Moderati ribadisce la propria linea: “Oggi, seppur comprendendo la richiesta di sospensione del dibattito pubblico in merito al lotto 1C Buonabitacolo- Praia avanzata da numerose associazioni, teniamo a ribadire il timore che l’alta velocità nella Calabria settentrionale corra il rischio di non vedere la luce, ovvero di essere realizzata snaturando totalmente il progetto originale di Rfi, basato su un costoso studio preliminare improntato al principio di coesione territoriale”.



Il gruppo “Noi Moderati” ribadisce la propri idea in merito: “Riteniamo che la direttrice Praia-Tarsia sia l'unica proposta progettuale capace di offrire reale sviluppo alle diverse aree della Regione, tenuto conto che dalla sua realizzazione potranno sorgere opere complementari quali la realizzazione della metropolitana leggera Praia- Amantea, alleggerendo di molto il traffico lungo una statale 18 che ormai non risponde più agli standard di efficienza e sicurezza sia per il trasporto passeggeri che per la movimentazione delle merci”. E, dunque, la richiesta che coinvolge i sindaci: “Chiediamo ai sindaci dei territori direttamente o indirettamente interessati dal passaggio dell’alta velocità di prendere una posizione chiara e di portare l’argomento nei loro consigli comunali poiché l’argomento necessita del supporto di tutta la popolazione della Calabria Citra. Sulla scorta di quanto programmato nel comune di Tortora, invitiamo i diversi consigli comunali, attraverso propri atti deliberativi, ad interessare della questione la deputazione nazionale e regionale eletta nei nostri territori, nonché la Provincia di Cosenza affinché vengano assunte posizioni chiare in merito a questa importantissima e strategica opera pubblica”.



Secondo “Noi Moderati”: “prediligendo altri tracciati, anche se all’apparenza più agevoli, saranno nuovamente penalizzate le popolazioni del Tirreno, dello Ionio e del Pollino. Oggi la nostra preoccupazione è che si corra il rischio di isolare ancora più gravemente le aree più periferiche della regione dalle grandi città compromettendo il futuro delle nuove generazioni che hanno la necessità di muoversi agevolmente.

L’idea di una trasversale ferroviaria che possa determinare con un raccordo ferroviario su Tarsia il futuro dei collegamenti tra il Tirreno e lo Ionio rappresenta una vera e adeguata risposta alle carenze nel settore dei trasporti calabresi.

Nello spirito di crescita economica e sociale insiti nel Pnrr è stato ipotizzato dalla RFI il miglior modo per realizzare una tangibile rivoluzione nel mondo dei trasporti calabrese.

Ci chiediamo, quindi, quali siano le vere ragioni rispetto ai problemi riscontrati negli ultimi tempi.

Siamo favorevoli ad una sospensione, breve e con tempi ben definiti, del Dibattito Pubblico al solo fine di poter ottenere risposte certe e scientificamente supportate in merito alla paventata impossibilità nella realizzazione delle gallerie lungo la catena montuosa del Pollino necessarie per la realizzazione del tracciato ferroviario Praia-Tarsia”.





Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page