Al "Caffè Mary”: l'esperienza di una giovane del sud imprenditrice a Bologna

La video intervista alla giovane calabrese



La prima cosa che ti accoglie al caffè Mery è la luce. Tantissima luce. Sembra di trovarsi sotto il cielo della Calabria. La seconda, invece, è il sorriso di Maria Carrara , 32 anni, calabrese proprietaria di questo particolarissimo locale che 8 anni fa ha immaginato e aperto in via Castiglione all’interno delle mura a Bologna. È lei che nei pochi momenti di calma ci racconta la genesi e il successo del progetto, senza dimenticare le difficoltà incontrate nelle prime settimane.

«Pur provenendo da una famiglia di commercianti – ci racconta Maria - non avevo mai lavorato in questo settore, quindi, all’inizio ho fatto sicuramente degli errori a cui nel giro di poco tempo ho posto rimedio. Amo questo lavoro e Bologna è bellissima ma il legame con la terra dove sono nata non si spezzerà mai. Purtroppo - continua Maria – non tutti possiamo vivere soltanto di sole e di mare e Scalea, a livello lavorativo offre poco o niente, certo della mia terra mi manca tutto, il mare, la mia casa, la mia famiglia, i miei nipoti e i miei amici». Bar, caffetteria ma anche primi, secondi piatti e contorni, il Caffè Mery è molto di più di un semplice locale è ormai il luogo del cuore di tanti clienti affezionati non solo alla cucina nostrana ma anche al calore di chi è nato e ha vissuto nel meridione. Chiediamo a Mario il barbiere, cliente da diversi anni che sorridendo ci dice: «la ricetta del successo del caffè Mery è molto semplice: portare la buona cucina del Sud a Bologna, puntando soprattutto sull’altissima qualità delle materie prime».

IL VIDEO



2,115 visualizzazioni0 commenti