Ajnella insabbiata: l'ex consigliere Orrico scrive a De Caprio e Guetta

Aggiornato il: mar 5

Scalea, si chiede ancora una volta di salvare la scogliera


SCALEA – 28 feb. 20 - Da tempo si discute dei disastrosi effetti dell'insabbiamento della scogliera dell'Ajnella di Scalea. C'è un parte che negli anni passati si trovava in mezzo al mare che è ormai irrimediabilmente circondata dalla spiaggia. Lo scoglio che i cittadini di Scalea chiamano “dell'orologio”, è ormai nella spiaggia. E, man mano che passa il tempo, i cittadini che ben conoscono il meraviglioso angolo della cittadina balneare vedono il mare arretrare sempre più. Anche le mareggiate tornano a lambire gli scogli sempre in misura minore e forse insieme ad altri fattori contribuiscono a depositare materiale sabbioso e ciottoli nell'angolo della scogliera dell'Ajnella. Il consigliere uscente, Eugenio Orrico, ha scritto una lettera aperta indirizzata al consigliere regionale Antonio De Caprio e anche al commissario prefettizio, Giuseppe Guetta. L'oggetto è una “Richiesta di sollecito intervento per l'evidente spiaggiamento della scogliera Ajnella di Scalea”. Della questione, c'è da evidenziare, se ne discute da diversi anni e, in qualche occasione, si era tentato anche un prelievo di diverse tonnellate di materiale. Un'operazione che ha avuto una breve durata, perché il processo è ricominciato nuovamente. “Essendo sensibile alle tematiche ambientali del nostro territorio – si legge nella lettera dell'ex consigliere Eugenio Orrico – si chiede un sollecito intervento, al fine di scongiurare lo spiaggiamento completo del sito in questione e di avviare, attraverso appositi strumenti di finanziamento pubblici regionali ed europei e l'ausilio dell'ufficio tecnico della città di Scalea un progetto di recupero della scogliera Ajnella”. Eugenio Orrico, già assessore al Turismo, sport e spettacolo del comune di Scalea, fa presente di aver ricevuto diverse segnalazioni negli ultimi cinque anni da cittadini e da associazioni, nelle quali, “all'unisono, vengono evidenziati gli aspetti critici dello spiaggiamento e la mancanza di tutela del geo sito della scogliera Ajnella, paesaggio tipico e unico della Calabria”.

163 visualizzazioni