• miocomune.tv

Accusata di oltraggio a pubblico ufficiale: assolta

I fatti accaduti a Diamante dieci anni fa. La signora, assistita dall'avvocato Liserre, è stata assolta "perché il fatto non sussiste”


DIAMANTE – 17 gen 20 - Accusata di aver aggredito e oltraggiato un istruttore della Polizia municipale di Diamante nell’esercizio delle sue funzioni è stata assolta dal Tribunale di Paola dopo dieci anni dai fatti contestati. Assoluzione piena con la formula “perché il fatto non sussiste”. La donna, 54 anni, di Diamante, imputata di minaccia, violenza avrebbe oltraggiato il pubblico ufficiale. Difesa dall’avvocato penalista Francesco Liserre, ha ricostruito i fatti accaduti nel mese di agosto 2010. In quella occasione, la signora, unitamente ai suoi familiari, era intenta a passeggiare sul lungomare di viale Glauco di Diamante. In quella circostanza, la donna, con profondo sconcerto e quasi incredula, analogamente alle numerosissime persone presenti sul posto, notava che il vigile, impegnato a far sgomberare il suolo pubblico abusivamente occupato dalla merce detenuta per la vendita dai vari ambulanti extracomunitari, avrebbe preso a calci uno degli ambulanti, verosimilmente, nel maldestro tentativo di rimuovere con i piedi, dal lungomare, i relativi oggetti adagiati. Pertanto, la signora, sicuramente mossa da senso di civica solidarietà nei confronti dell’indifeso extracomunitario, aveva contestato al vigile, anche con una comprensibile virulenza, le inusuali e alquanto anomale modalità d’intervento. Il pubblico ufficiale, non accettando tale inopportuna ingerenza che, a suo dire, soprattutto per la presenza di numerosissime persone, arrecava un notevole pregiudizio al suo prestigio e alla sua reputazione, aveva presentato presso il suo stesso Ufficio di Polizia Municipale, una querela nei confronti della donna diamantese per i reati di minaccia, calunnia e oltraggio al pubblico ufficiale. Ewra quindi iniziato un processo durato esattamente dieci anni. Ieri, a seguito dell’appassionata arringa dell’avvocato Francesco Liserre, il Tribunale Penale di Paola, accogliendo interamente le articolate argomentazioni difensive, ha assolto l’imputata da tutti i reati a lei ascritti perché il fatto non sussiste.

0 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)