Accoltellò il padre, giovane ai domiciliari

Aggiornato il: 17 feb 2020

Corigliano Rossano, attenuazione della misura per Natalino Montalto accusato di tentato omicidio


CORIGLIANO ROSSANO – 10 feb. 20 - Concessi gli arresti domiciliari al 32enne coriglianese che aveva accoltellato il padre dopo una banale lite legata alle pratiche per la presentazione della domanda per il reddito di cittadinanza. Natalino Montalto, che dallo scorso 21 gennaio era rinchiuso nel carcere di Castrovillari, è stato destinatario di un provvedimento meno afflittivo deciso dal Tribunale del riesame di Catanzaro. I giudici, in seguito al ricorso presentato dall'avvocato di fiducia, Pasquale Di Iacovo, s'erano riservati di decidere sui motivi esposti dal legale. Il giovane Natalino Montalto è indagato per il tentato omicidio del padre Gennaro di 55 anni. Secondo le risultanze investigative, avrebbe agito sotto l’effetto d’alcuni farmaci che da tempo assume.

La lite familiare, come è noto, è avvenuta nell'abitazione della famiglia, nella zona di via Fontanelle, nell'area urbana di Corigliano. Natalino Montalto, di 32 anni, ha accoltellato il padre Gennaro. Alla base del litigio, una discussione nata all’interno dell’abitazione per futili motivi ed in particolar modo per un litigio susseguente alla pretesa da parte del padre nei confronti del figlio di firmare dei documenti necessari per presentare la richiesta di erogazione del reddito di cittadinanza. Di fronte al rifiuto di Natalino Montalto, noto in città con il nome di “Katya”, sarebbe iniziata un’accesa discussione fra i due che sarebbe culminata con un fendente inferto dal figlio al petto del padre, dopo aver impugnato un grosso coltello da cucina. Allertati il 118 ed i carabinieri, il ferito era stato dapprima portato presso il pronto soccorso di Corigliano Calabro, quindi elitrasportato, viste le gravi condizioni, presso il nosocomio di Cosenza. Nell'immediatezza erano stati sentiti alcuni familiari della vittima che hanno assistito alla terribile scena e hanno confermato la ricostruzione dei fatti compiuta dai carabinieri ausonici.

255 visualizzazioni0 commenti